Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

Presso la Cittadella Universitaria di Monserrato, gli studenti della 5^D, insieme a Thomas B. della 3^F e Alessia M. della 4^E, partecipano alle attività laboratoriali previste dal progetto UNICAORIENTA - Ambito Scienze "Riciclo e Riuso dei materiali "
A guidarli in questa esperienza formativa è la professoressa Patrizia Dessì, referente per il progetto.

UnicaOrienta Scienze

Nell’ambito delle attività programmate per il FestivalScienza 2022 le studentesse e studenti della 4E, guidati dal prof. Antonio Aste, hanno realizzato un video descrittivo del Vivaio riproduttivo FO.RE.S.T.A.S. inserito nel canale YouTube della manifestazione:

IL VIVAIO PRODUTTIVO BAGANTINUS IN SINTESI

Il vivaio, situato nelle campagne di Decimomannu, nasce nel 1960 sotto la gestione dal Corpo Forestale dello Stato, ma dal primo gennaio del 2001 ne diventa responsabile l’Agenzia Regionale ‘FO.RE.S.T.A.S’. Si estende su circa tredici ettari di terreno ed è tra i più vasti in Italia. Le principali attività del vivaio sono rivolte al rimboschimento (ovvero al ripristino delle aree boschive scomparse per calamità naturali o attività antropiche) e alla produzione di piante per l’arredo urbano e di privati cittadini. Inizialmente dedito alla pratica di produzione “a radice nuda”, attualmente è principalmente prevista la produzione in vaso o nelle fitocelle.

Nel vivaio predomina la coltivazione di specie autoctone. Le linee di riproduzione delle piante messe in atto sono due: quella gamica, che avviene per seme (nel quale è contenuto il patrimonio genetico sia maschile che femminile); e quella agamica, che agisce per talea (utilizzando i frammenti di una pianta appositamente tagliata per rigenerarne le parti mancanti). Ogni pianta prodotta è provvista della certificazione che indica la provenienza del seme o della talea prelevati da boschi generati spontaneamente con piante autoctone. È infatti importante non acquistare piante non certificate da paesi esotici, poiché questo facilita l’ingresso di funghi, batteri o insetti non presenti sul territorio sardo nella nostra natura. Allo stesso modo rappresenta un pericolo per l’equilibrio dell’habitat regionale ed il mantenimento della biodiversità l’introduzione di specie alloctone in un territorio di specie alloctone (originarie di altre aree geografiche).  

"Si è conclusa oggi l'esperienza del FestivalScienza. È stato un vero piacere per tutti noi insegnanti lavorare con i ragazzi della 3F del Siotto. Bravissimi!"

"Grazie a tutte e a tutti, ma soprattutto alla splendida 3F che ha saputo fare tesoro delle nostre indicazioni personalizzando con entusiasmo le spiegazioni e interessando i visitatori di ogni età. Alla prossima e ad maiora per il vostro futuro"

"Grazie, ragazzi! È stato un piacere lavorare con voi: avete dimostrato impegno e metodo. Tanti auguri di buon proseguimento della vostra attività scolastica."

"Siete stati davvero brave e bravi, oltre che simpatici. Buon anno scolastico e chissà, magari ci ritroveremo in qualche pcto"

"Bravissimi, ragazzi! Abbiamo passato due piacevoli mattine; continuate il vostro percorso scolastico con lo stesso entusiasmo che avete dimostrato in queste giornate. Grazie!"

Questi i saluti indirizzati alla nostra 3^F dalle insegnanti del Gruppo Archeologico Kalaritano GAK, Maria Spanedda, Donatella Ferrara e Donatella Mureddu, e da quelle dell'ANISM, Elisabetta Piro, Battistina Carzedda, Maria Antonietta Manca e Maria Bonaria Zandara, cui vanno i nostri ringraziamenti per questa esperienza.

Sotto la loro guida e grazie alla loro preparazione, venerdì 11 e sabato 12 novembre le nostre studentesse e i nostri studenti hanno accompagnato i visitatori in un percorso naturalistico, storico e archeologico presso il Colle di Bonaria (necropoli e parco), un significativo sito storico-culturale valorizzato con la realizzazione di un parco urbano da cui si può godere la vista del porto e della città.

FestivalScienza 2022 Gruppo

Un video sul dramma delle donne in Iran, nato dalla libera iniziativa, dall'impegno e dalla creatività di un gruppo di studentesse della 1^F, che hanno voluto così far sentire la loro voce su un tema di bruciante attualità, dando seguito a una lezione di educazione civica tenuta dalla professoressa Cinzia Rombi.

Le giovanissime autrici sono Sveva, Nicoletta, Sofia, Aurora Giulia, Anna e Beatrice. A cantare è Nicoletta, mentre il discorso di Chaplin ne "Il grande dittatore" è recitato da Sveva

 

 

 

Un bel ricordo del Traditional Folk Dance Festival organizzato a maggio dal Liceo Siotto Pintor e dal suo Erasmus+ Team

L'INCIDENTE, liberamente tratto dal racconto "L'investimento" di Giovannino Guareschi, è un cortometraggio realizzato da un gruppo di studentesse e studenti delle classi 2F, 3C, 4D, 5E, 5I del Liceo Classico Statale "G. Siotto Pintor" di Cagliari nell'ambito del laboratorio audiovisivo PCTO 2021-2022 "Cinemadaragazzi" tenuto da Enrico Spanu e coordinato dai docenti Italo Montisci, Alberto Floris e Stefano Fratta.

 

La locandina del corso creata da Edoardo Figus della 5^I

locandina relazioni di genere 2022

La classe III D del Liceo “G. Siotto Pintor” ha partecipato, durante l’anno scolastico, al progetto “Volgare illustre. Ragionamenti sulla lingua”, ideato e realizzato dalla Fondazione Teatro Due di Parma, in collaborazione con la Rete Nazionale dei Licei Classici e con la mediapartnership di RAI Cultura.
Referente scientifico nazionale del progetto è il Prof. Luca Serianni, uno dei maggiori studiosi esperti di Lingua Italiana.
Il progetto, volto a far riflettere gli studenti sul rapporto tra lingua, cittadinanza e struttura politica, ha preso spunto dal De vulgari eloquentia di Dante e si è sviluppato intorno a 4 temi:

“Lingua e dialetto”, con lezioni del Prof. Luca Serianni, Professore emerito di Storia della lingua italiana all’Università La Sapienza di Roma, Dottore honoris causa nelle Università di Valladolid e Atene, socio nazionale dell’Accademia dei Lincei, dell’Accademia della Crusca, dell’Arcadia e dell’Accademia delle Scienze di Torino;

  

Deus no  Sa tia  Unu populu


 “Lingua e politica”, con lezioni del prof. Michele Cortelazzo, Professore ordinario di Linguistica italiana all’Università di Padova, dove dirige anche la Scuola Galileiana di Studi Superiori;

Analisi discorso


 “Lingua e tecnologia”, con lezioni del Prof. Gianluca Lauta, docente di Storia della lingua italiana all’Università di Cassino e del Lazio Meridionale;


 

“Lingua e genere”, con lezioni della prof.ssa Cecilia Robustelli, Professoressa Ordinaria di Linguistica italiana presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Lingua e genere

Al termine di ciascuna lezione, agli studenti e alle studentesse partecipanti sono stati assegnati dei lavori da svolgere. I relativi elaborati sono stati in seguito pubblicati nel padlet dedicato alle rispettive lezioni, nel sito web https://www.teatrodue.org/volgare-illustre-regionamenti-sulla-lingua/


Al progetto hanno aderito 23 Licei classici di tutte le Regioni d’Italia, per un totale di circa 600 studenti. La Sardegna è stata rappresentata esclusivamente dal Liceo Siotto, grazie al lavoro svolto dalle ragazze e dai ragazzi della Terza D:
Elena Amat, Elisa Atzeni, Paolo Cau, Ludovica Cesarini, Ludovica Costaglioli, Silvia Cotza, Alice Diana, Giulia Gaudino, Ludovica Gaudino, Chiara Gavini, Francesca Ghiani, Martina Mascia, Alberto Orrù, Gabriele Paschina, Federico Pilia, Vittoria Piras, Mafalda Spiga, Carolina Vargiu. Referente scolastica è stata la Prof.ssa Francesca Maria Vanini.


A Parma, dal 14 al 15 maggio 2022 si sono svolte le giornate conclusive del progetto durante le quali studentesse e studenti di tutte le scuole d’Italia, tra cui un gruppo della Terza D del Siotto, hanno assistito a Lectiones e dibattiti su: “Lingua e Teatro” col Prof. Pietro Trifone, professore ordinario di Storia della lingua italiana nell’Università di Roma “Tor Vergata”; “Lingua e Cittadinanza” col Prof. Giuseppe Antonelli, professore ordinario di Storia della Lingua italiana all’Università di Pavia; “Lingua e dialetti”, “Lingua e politica”, “Lingua e tecnologia”, “Lingua e genere”, con i già citati Proff. L. Serianni, M. Cortelazzo, G. Lauta, C. Robustelli che hanno rispettivamente dialogato con Antonio Gnoli, scrittore e giornalista di Repubblica, Oderdan Forlenza, Consigliere di Stato, Lorenzo Ottolenghi, giornalista di Rai Cultura e Rai Scuola, e Paola Di Nicola, magistrata.
La giornata conclusiva è stata registrata e trasmessa in streaming da RAI Cultura (link: https://www.raicultura.it/raicultura/articoli/2022/04/Volgare-Illustre---Rgionamenti-sulla-Lingua-556258fb-a7c9-45ab-ad4c-f21d019021a6.html)
I partecipanti alle giornate conclusive hanno, inoltre, avuto modo di assistere a letture teatrali proposte dagli attori del TeatroDue di Parma e allo spettacolo teatrale “Trascendi e Sali” di e con Alessandro Bergonzoni.

Parma Volgare Illustre

 

Erica Palmas della 5^F è tra i venti vincitori sardi del Premio Asimov 2022 per l'editoria scientifica.

Erica ha recensito "Breve storia delle pseudoscienze" di Marco Ciardi. Ecco un breve estratto del suo lavoro:
"...soprattutto nel nostro presente caratterizzato dalla pandemia, sarebbe fondamentale non diffondere notizie o discussioni senza nessun fondamento scientifico solo per comunicare un parere che è esclusivamente un’espressione dei nostri pregiudizi"

Asimov

Il 19 maggio 2022 la scrittrice Cristina Caboni è tornata al Liceo "Siotto" per conversare con i nostri studenti.

L'incontro, organizzato dalla professoressa Monica Cambosu, è stato intenso e coinvolgente.

 

Incontro Cristina Caboni